1953 - 1979

 

L'azienda viene costituita a Milano nel 1953 per la progettazione e la produzione di "apparecchiature elettriche automatiche". La prima sede era un laboratorio di 500 m2 nel centro cittadino. La denominazione dell'azienda rivela l'attenzione per il contenuto tecnico dei prodotti e la sua vocazione per la ricerca scientifica.

I primi prodotti furono i contattori, inizialmente i piccoli "micro" (da 20 e 30A), seguiti da modelli sempre più grandi, fino a 3.000A nella linea standard e ad una serie di realizzazioni speciali fino a 4kA per un ampio ventaglio di applicazioni. Alla fine degli anni '50 venne lanciata una nuova serie di contattori a blocchi, i modelli K10 e K20, all'epoca all'avanguardia assoluta della tecnologia. La produzione richiese presto spazi più ampi e Microelettrica si trasferì in una vecchia sede industriale nella parte Nord di Milano, nota come "la Bovisa", dove ebbe inizio la produzione dei contattori, dei quadri di commutazione e degli interruttori per il controllo dei motori elettrici. Tale attività proseguì con successo fino alla fine degli anni '80, contribuendo allo sviluppo del know-how relativo alla realizzazione e all’applicazione delle attrezzature elettriche.

Negli anni '60 ebbe inizio la produzione delle resistenze, in un primo tempo principalmente come componenti dei dispositivi di avvio e controllo dei motori elettrici, poi come attrezzature di sistema per varie applicazioni.

Nel 1970 Microelettrica Scientifica, ormai ben nota e apprezzata sul mercato italiano, iniziò a espandersi oltre i confini nazionali. I primi mercati di esportazione furono Grecia (apparati navali), Belgio, Australia, Brasile, Sudafrica, Stati Uniti, India, Svezia e Paesi Bassi: oggi Microelettrica esporta direttamente quasi il 70% della sua produzione.

Nella seconda metà degli anni '70 ebbero inizio le ricerche in campo elettronico, con l'obiettivo di sviluppare dispositivi di protezione e controllo per i macchinari elettrici e la distribuzione dell'elettricità: nacquero così i Relè di protezione. I primi prodotti furono di tipo analogico, secondo la tecnologia del momento, mentre lo sviluppo dei relè digitali a microprocessore ebbe inizio nel 1985. Sempre al passo con gli sviluppi rivoluzionari dell'elettronica digitale, Microelettrica ha continuamente aggiornato i suoi prodotti, assicurandone la compatibilità con i sistemi di comunicazione e supervisione; oggi l’azienda progetta e fornisce sistemi completi di supervisione, controllo e acquisizione dati.

Avete altre domande?

Siamo qui per aiutarvi.

Share